mercoledì 28 settembre 2016

parziale

Qui pro quo (Tascabili. Romanzi e racconti) (Italian Edition) by Gesualdo Bufalino
You have 52 highlighted passages
You have 7 notes
Last annotated on September 28, 2016
I PAESAGGIO DI MARE CON FIGURERead more at location 43
Note: @@@@@@@@@@@@@@ Edit
L’idea che il corso della Storia, come credeva Pascal, possa dipendere dalle proporzioni d’un naso fa di solito storcere il naso agli storici. Hanno torto. Poiché, non dico il Destino del Mondo, di cui m’importa pochissimo, ma il mio personale destino sarebbe stato affatto diverso, se un’emergenza delle più futili, la carie d’un premolare, non m’avesse condotto una mattina nell’anticamera del dottor Conciapelli.Read more at location 44
una nubile senz’arte né parte, di trentott’anni, rassegnata a sgranare il suo tempo, un menarca dietro l’altro, regalandosi in agosto appena una settimana di Adriatico, per brulicanti pensioncine, col solito dubbio se e quanto esporre la pallida pelle alle soperchierie del sole e al disprezzo dei giovanotti...Read more at location 55
Note: BRUTTINA STSGOONATA Edit
osservando le ospiti di turno, per lo più di offensiva avvenenza, scendere al mare e passarmi davanti, flemmatiche come belve di circo. Tanto più mi rannicchiavo nella garitta dell’accappatoio, ai loro topless senza pietà opponendo per salvaguardia una cauta inerzia del cuore.Read more at location 58
vestaglie malesi ricamate di draghi neri,Read more at location 62
le mongoloidi pupille;Read more at location 83
le areole d’alopecia nel fosco del pizzo;Read more at location 84
la chiostra dei denti aperta abitualmente al sogghigno...Read more at location 85
Troppa fatica per le mie diottrie, seppure soccorse da un binocoloRead more at location 88
al fine di proteggere dalla sabbia rovente i piedi più teneri,Read more at location 90
sarebbe bastato all’architetto inclinare diversamente gli strombiRead more at location 98
non cessa di turbarmi l’eccentricità d’una residenza che, come certe musiche per pianista monco, s’era a bella posta privata di almeno metà dei suoi usi e funzioni possibili;Read more at location 116
un matrimonio tenuto insieme con una molletta da panni.Read more at location 121
Non trovo mai cinque minuti liberi per morire”,Read more at location 124
L’avvocato Apollonio Belmondo era sui cinquanta, di bella faccia, di affabile lingua. Tale, però, che agli ascoltatori dava sempre l’impressione d’essere manomessi. Come quando un fotografo vi chiede un cheese, o un medico vi allaccia al braccio lo sfigmomanometro, e voi capite che le loro chiacchiere sulla pioggia e il bel tempo sono mezzucci intesi, in malafede affettuosa, a scaricarvi d’ogni tensione.Read more at location 128
sotto la canicola portava a spasso con tedio regale il marmo pario delle sue carni.Read more at location 132
pubbliche, irrefrenabili, immotivate erezioni.Read more at location 142
uno che al solo apparire spirava un sentore di malizia meschina. Ogni sua parola feriva, ogni suo silenzio conteneva un velenoRead more at location 155
vedova consolabileRead more at location 162
canaste infinite in terrazza, fra silenzi di tomba ed escandescenze di bettola;Read more at location 166
II IL BALLO DELL’ORSORead more at location 176
Note: @@@@@§§§§§ Edit
metteva a nudo sotto due spioventi di tenda carni goffe e tarchiate, che il molto vello, precocemente imbianchito, ricopriva di luminosi panneggi.Read more at location 180
una fedele dell’ombra,Read more at location 181
quella tavolozza di glauchi, turchini e celesti, fiorita appena di lievi canizie,Read more at location 189
Note: OCEANO Edit
ozi assai faticosi.Read more at location 197
un rinforzo di stoffa mi simulava sul petto due promettenti eminenze;Read more at location 205
un filo di trucco mi segnava le labbra, quel tanto che bastasse a dissimularne l’insipida sottigliezza...Read more at location 205
godeva di farsi persecutore dei meno reattivi.Read more at location 214
impercettibili segni, e intendo motti smozzicati, allusioni in cifra, circonlocuzioni e girandole di paroleRead more at location 222
le qualità che più apprezzo in un uomo: magnanimità, capacità di teatro, ironia... Col condimento dolceamaro d’una gocciola d’alterigia...Read more at location 227
Mi parve, nella scialbatura del primo sole, più emaciato, più esposto.Read more at location 230
Io, per non essere solo, sono costretto a sdoppiarmi e a sopportare fra le mie due metà un’eterna guerra civile...”Read more at location 236
attenta a cancellarmi nel mio cantuccio.Read more at location 248
viaggi che non approdano se non al cuore inutile d’un labirinto.Read more at location 249
Ghigo mi coprì la parola e con un sorriso pieno delle gengive:Read more at location 262
La creazione è un’equazione a miliardi di incognite, che noi giochiamo a risolvere, prima che una spugna, cancellando noi, la cancelli.Read more at location 270
La ragione vince sempre le scaramucce, ma mai una battaglia che conti.”Read more at location 273
“Per un gioco di parole darebbe l’anima.Read more at location 294
III AVVISI DI SISMA IMMINENTERead more at location 332
Note: @@@@@@@@@@@@@@ Edit
l’ingordigia d’una campagnola inurbata di fronte alla sua prima vetrina...Read more at location 343
“Troppo calvo per essere biondo”,Read more at location 348
Una vela all’orizzonte, d’ora in ora più vaga e lontana; e giù nell’arenile lo sventolio d’un asciugamani arancione, abbandonato su una sedia a sdraio, col quale la brezza giocava... Queste le sole due deroghe all’inerzia universale.Read more at location 376
IV COLPO DI TESTA D’UN TRAGICO GRECORead more at location 463
Note: @@@@@@@@@@@@@ Edit
È dal finale che si giudicano i gialli, così come dal profilo le donne.”Read more at location 514
ti ci vorrebbe un amante. Possibilmente un amante sciocco. Sono riposanti, gli sciocchi.”Read more at location 536
e con un crac di noce la testa che m’era davanti, or ora pensante e viva, spaccarsiRead more at location 560
“E ora?” rimproverai piangendo il cadavere. Il quale, con l’indisponente riserbo che dei cadaveri è proprio, non rispose.Read more at location 565
V ASTA TRUCCATARead more at location 567
Note: At Edit
pantaloni alla cacaiolaRead more at location 589
occhi sempre più simili a due spine di ficodindia.Read more at location 600
un’afa stagnava, partorita dal temporale,Read more at location 604