martedì 26 maggio 2020

LA STRATEGIA DEL CAPRICCIO.
Quando la Marghe fa i capricci davanti al piatto di minestra, io alzo la voce e lei mangia. Quando la Vichi fa i capricci davanti al piatto di minestra, io lo sostituisco con un succulento secondo. Il motivo del doppio standard è abbastanza semplice: se alzo la voce con la Marghe lei esegue, se lo faccio con la Vichi, lei aumenta l'intensità del capriccio, se poi la minaccio di mandarla a letto senza cena, la serata è rovinata e se eseguo sul serio la minaccia i giorni successivi si trasformerebbero per tutti in una dolorosa Via Crucis. I capricci dei bambini non sono cosa da poco, bensì una raffinata strategia per accaparrarsi le risorse dei genitori, dietro ci sono milioni di anni di evoluzione. Alla Vichi va bene, finché... Finché non incontra un genitore che fa quello che minaccia costi quel costi. Un genitore più capriccioso di lei, diciamo.
Ci sono bulli che pestano chiunque li contraddica, basta guardare di straforo la loro ragazza per entrare nel mirino. A questi bulli va bene, finché... Finché non incontrano un bullo come loro e allora scatta la rissa da discoteca, e magari ci rimettono anche le penne.
Ci sono mariti che desiderano una moglie obbediente e fedele, altrimenti fanno i capricci. Con la maggior parte di loro basta dire "non fare lo scemo" per dissolvere la sceneggiata, sono un po' come la Marghe davanti alla minestra. Altri invece i capricci li fanno veramente, non per scherzo, e bastonano la moglie se non mantiene gli occhi bassi. A questi mariti va bene, finché... Finché non incontrano una moglie temeraria e si vedono costretti a farla fuori passando il resto della loro vita in galera.
Nel post che linko qua sotto sostenevo che è inutile punire in modo esemplare i "crimini passionali", la pena non fa deterrenza. Ma che c'entra tutto questo con il mio commentino? Ora, le vie crucis che ci fa passare la Vichi, le risse in discoteca e i femminicidi sono atti irrazionali che peggiorano la condizione di tutti, su questo non ci piove. Nel caso delle risse e del femminicidio si parla appunto di "crimini passionali". Tuttavia, per quanto irrazionali, dietro c'è una strategia razionale. Se è davvero così alzare le pene per risse e femminicidi potrebbe diminuire le risse e i femminicidi, la strategia del capriccio potrebbe non pagare più.

lunedì 25 maggio 2020

IL MITO DEL CUGGINO.

IL MITO DEL CUGGINO.
Cosa distingue l'uomo dall'animale?
La cultura, ovvero la capacità di trasmettere un sapere pregresso. Il topo come la scimmia, anche se hanno una storia millenaria, devono sempre ricominciare da capo, noi no.
Il cervellone dato in dotazione ai bambini serve essenzialmente a quello, ovvro capire al volo COSA imparare ma soprattutto DA CHI. Sa, per esempio, che deve imparare DA CHI è simile a lui (per questo è così razzista e diffidente verso il diverso), da chi è ammirato, da chi gode di prestigio, da chi è più abile, e anche da chi è più anziano. Sì, l'età è un criterio che prende in considerazione.
Ma un anziano esperto non è un buon modello, molte sottigliezze della sua pratica sfuggirebbero all'infante, ecco allora che la soluzione migliore è "un anziano un po' meno anziano", una specie di intermediario. Sì, proprio lui, mio cugggino!
YOUTUBE.COM
Videoclip di Elio e le Storie Tese, 1996.

COME COMPRARE UNA MACCHINA USATA?

COME COMPRARE UNA MACCHINA USATA?
Per non prendere fregature e scoprire le info private del rivenditore mi hanno consigliato di fare così: dopo aver individuato l'auto che ti piace, chiedi al venditore se è disposto, dietro un pagamento aggiuntivo conforme alle tariffe, a fornire la garanzia supplementare di un anno. Se lui rifiuta, cerca altrove. Quando trovi quello che ci sta, compra senza garanzia supplementare. Naturalmente il metodo funziona solo se chi vende non ti conosce.
E' il più poetico pezzo del boss. Vero?
Informazioni su questo sito web

sabato 23 maggio 2020

hl The Memory of Evil IL GIORNO DELLA MEMORIA.

IL GIORNO DELLA MEMORIA.

Divide anziché unire, meglio sarebbe toglierlo di mezzo. Sono giunto alla conclusione che la "memoria" storica sia alquanto sopravvalutata.
Certo, riguardo al nazismo, per esempio, ci sarebbero anche lezioni da non dimenticare: occhio ai leader carismatici, alle concentrazioni eccessive di potere, alle accuse indiscriminate verso intere classi di persone, all'ubbidienza priva di coscienza e soprattutto massimo rispetto per l'individuo.
Tuttavia, quello che si impara è molto diverso: occhio ai fascisti, gli ebrei sono sempre vittime, i bianchi - specie se maschi - sono sempre aggressori, più potere e spesa pubblica in mani governative, rispetto della legalità e lotta senza quartiere all'individualismo in nome della solidarietà.
Per contro, l'amnesia storica è sottovalutata. Noi chiediamo di sapere chi sono stati i cattivi e da quel momento parte il nostro pregiudizio verso gli eredi, se siamo invece eredi delle vittime, cominciamo ad edificare un'identità di odio e risentimento, e magari una grigia carriera sui risarcimenti riparativi.
Per esempio, da quanto dura il conflitto israelo-palestinese? La mia impressione è che siano questioni più facili da dimenticare che da risolvere. Non dico che meglio sarebbe per i bambini medio-orientali non studiare la storia, ma per lo meno non quella dei loro paesi. Così come i nostri corsi dovrebbero arrestarsi al XVIII secolo, così come quelli americani dovrebbero tralasciare la schiavitù. Lo dico innanzitutto per il bene degli eredi delle parti vilipese, che eluderebbero la tentazione di crogiolarsi in eterno nel vittimismo e di vedere l'integrazione pacifica come un tradimento.
Bando allora ai giorni della memoria legati alla storia, servono solo a formare e riformare le stesse tribù di sempre ma soprattutto ad offrire la scena alla patetica esibizione di lealtà da parte di chi alla giustizia non è minimamente interessato.
Commenti
Scrivi un commento...



aaaaaaaaaaaaaaa
The Memory of Evil
fakenous.net
Citation (APA): fakenous.net. (2020). The Memory of Evil [Kindle Android version]. Retrieved from Amazon.com

Parte introduttiva
Evidenzia (giallo) - Posizione 2
The Memory of Evil
Nota - Posizione 2
La memoria del male é molto sopravvalutata. Oggi fa il contrarii di quel che dovrebbe fare: divide anziché unire. Le mie simpate fasciste. quel che dovremmo ricordare e quel che ricordiamo. l amnesia storica é sottovalutata medio oriente e schiaitû. La memoria penalizza i piû deboli
Evidenzia (giallo) - Posizione 5
I recall one occasion when a teacher used the word “evil”.
Evidenzia (giallo) - Posizione 6
subject was Nazi Germany
Evidenzia (giallo) - Posizione 7
no teacher had ever called anything “evil”
Evidenzia (giallo) - Posizione 9
teacher was right to use the word, but wrong that this was a rare example.
Evidenzia (giallo) - Posizione 12
My question is: How important is it to remember past wrongs?
Evidenzia (giallo) - Posizione 13
I suspect that the memory of evil has been greatly overvalued,
Evidenzia (giallo) - Posizione 14
Reasons to Never Forget
Evidenzia (giallo) - Posizione 14
avoid repeating the mistakes
Nota - Posizione 14
Il motivo ufficiale
Evidenzia (giallo) - Posizione 17
Beware of charismatic leaders
Nota - Posizione 17
Insegnamenti
Evidenzia (giallo) - Posizione 17
Don’t give anyone absolute power.
Evidenzia (giallo) - Posizione 17
Don’t blame a whole, huge category
Nota - Posizione 18
Buoni vs cativi
Evidenzia (giallo) - Posizione 19
Individuals must be evaluated as individuals.
Evidenzia (giallo) - Posizione 19
Use your conscience.
Nota - Posizione 19
Non eseguire gli ordini
Evidenzia (giallo) - Posizione 20
Beware of Hitler.
Nota - Posizione 20
Quello che abbiamo imoarato: chiama hitler chi vuoi condannare
Evidenzia (giallo) - Posizione 20
Don’t give absolute power to the Nazi Party.
Evidenzia (giallo) - Posizione 21
Don’t blame the Jews
Evidenzia (giallo) - Posizione 21
white people, especially white men.
Nota - Posizione 21
La razza cattiva
Evidenzia (giallo) - Posizione 22
blindly obey orders that are democratic.
Evidenzia (giallo) - Posizione 31
Reasons to Forget
Nota - Posizione 31
Tttttttt
Evidenzia (giallo) - Posizione 32
historical amnesia is undervalued.
Nota - Posizione 32
Tesi
Evidenzia (giallo) - Posizione 34
we ask which group perpetrated the wrong,
Evidenzia (giallo) - Posizione 35
then we acquire a prejudice against the group that perpetrated the wrong.
Evidenzia (giallo) - Posizione 36
If we identify with the victim group, then we feel resentment, hostility
Evidenzia (giallo) - Posizione 43
For instance, how long will the Israeli-Palestinian conflict go on?
Evidenzia (giallo) - Posizione 44
The issue cannot be solved; it can only be forgotten.
Evidenzia (giallo) - Posizione 47
children in the Middle East shouldn’t learn history.
Evidenzia (giallo) - Posizione 49
we should stop teaching American students about the history of slavery.
Evidenzia (giallo) - Posizione 55
this information is harmful to black people.
Nota - Posizione 55
La storia della schiavitû
Evidenzia (giallo) - Posizione 57
black youths try to avoid “acting white”, which might include such things as enrolling in honors courses
Evidenzia (giallo) - Posizione 58
The irony is that the people who are most vocally concerned about helping minorities are also the people who are most eager to drum into everyone’s heads these messages
Evidenzia (giallo) - Posizione 61
Back to Reasons to Remember
Nota - Posizione 61
Ttttttt
Evidenzia (giallo) - Posizione 65
they’ll say that the rise of alt-right nationalism is due to inadequate education
Nota - Posizione 66
Chi difende la memoria.
Evidenzia (giallo) - Posizione 66
But I don’t think so; I think it’s more likely that the rise of the alt-right is a reaction to the left’s messages about racism.
Evidenzia (giallo) - Posizione 67
loyalty to one’s own comes before ideals of impartial justice.
Nota - Posizione 67
La natura umana.
Evidenzia (giallo) - Posizione 70
people will say that we need to remember past evils so that we can fix current problems,
Nota - Posizione 71
Altra replica
Evidenzia (giallo) - Posizione 71
I just don’t think this works.
Evidenzia (giallo) - Posizione 72
What we’re doing is allowing the past to continue to ruin the future.
Evidenzia (giallo) - Posizione 75
Or maybe the reason is propagandistic: talking about past injustices in this society is an effective tool for creating leftists.

hl CHAPTER 4 HOW TO MAKE A CULTURAL SPECIES

CHAPTER 4 HOW TO MAKE A CULTURAL SPECIES
Note:4@@@@@@@@@@Come nasce una cultura? la simbiosi con la natura.il rapporto tra natura e cultura.da chi imperare cosa imparare e quandodare precedenza al saggio sull istinto e il vissutocome impariamo? non sperimentando. Nn affidandoci al btalento. Piuttosto 1 individuando l autorevole e 2 imitando.come scegliamo il modello. Gli indizi indiretto aggregano pi info.nsuccesso prestigio nstatus.osservared gli osservatordi x dedurre lo statusimparare da chi é come noi. Sesso e eticitái vecchi ne sanno di piû. il mito di mio cuggino.Siamo conformisti. E meno male! Il conformismo come scorciatoia.il suicidio della star.l empatia. Ipotesi 1 serve a manipolare l altro. Ipotesi 2 favorisce l aprendimento culturale.il doppio sistema: imitazione e intuito personale.il bcfr uomo scimmua. Big brain?

Yellow highlight | Location: 798
understand why European explorers couldn’t survive as hunter-gatherers while locals—even when stranded alone—could,
Note:Il ns obiettivo

Yellow highlight | Location: 799
packages of skills, beliefs, practices, motivations, and organizational forms
Note:Cultura

Yellow highlight | Location: 801
smarter than we are.
Note:La cultura

Yellow highlight | Location: 803
cultural adaptations, from Inuit clothing to nardoo detoxification,
Yellow highlight | Location: 804
food taboos
Yellow highlight | Location: 805
religious rituals that galvanize greater prosociality.
Yellow highlight | Location: 807
Rather than opposing “cultural” with “evolutionary” or “biological”
Note:La falsa opposizione.

Yellow highlight | Location: 809
how natural selection, acting on genes, has shaped our psychology in a manner that generates nongenetic evolutionary processes
Yellow highlight | Location: 810
cultural evolution, are then a consequence of genetically evolved psychological adaptations for learning from other people.
Note:Il meccanismo

Yellow highlight | Location: 814
“cultural explanations” become but one type of “evolutionary explanation,”
Yellow highlight | Location: 817
cultural learning as genetically evolved psychological adaptations.
Yellow highlight | Location: 817
cultural learning is approached as a psychological adaptation
Yellow highlight | Location: 820
These are questions about who we should learn from, and what we should attend to and infer, as well as when input from cultural learning should overrule our own direct experience or instincts.
Note:Le domande

Yellow highlight | Location: 825
our automatic imitative instincts.
Yellow highlight | Location: 831
food preferences, mate choice, technological adoptions, and suicide, as well as social motivations related to altruism and fairness.
Note:Ambiti dove opera l apprendimento culturale

Yellow highlight | Location: 835
Children saw a demonstrator rewarding himself or herself with M&Ms only after exceeding either a relatively higher score in a bowling game or a relatively lower score. The children copied the rewarding standards of the demonstrator such that the kids exposed to the “high standards” model tended not to eat the M&Ms unless their score exceeded the higher threshold.
Note:Esempio m m

Yellow highlight | Location: 855
how should individuals figure out whom to learn from?
Note:Prima xquestione

Yellow highlight | Location: 856
Suppose you are a boy living in a hunter-gatherer
Note:Congettura

Yellow highlight | Location: 857
How should you go about hunting? You could just start experimenting.
Note:Tirare sassi alle gazzelle

Yellow highlight | Location: 858
you could wait for some evolved instincts for hunting
Note:Aspetta e spera

Yellow highlight | Location: 861
start looking for people to copy—but not just any people.
Yellow highlight | Location: 863
focusing on and learning from the older, most successful, and most prestigious
Yellow highlight | Location: 864
age, success, and prestige.
Note:Parametri

Yellow highlight | Location: 876
Same-sex cues, for example, reduce the time spent by teenage boys attending to the details of many female-specific activities,
Note:Indizi

Yellow highlight | Location: 880
Skill and Success
Note:Tttttttttttt

Yellow highlight | Location: 889
an aspiring hunter might watch an older hunter adeptly stalk a giraffe, crouch in a tree’s shadow,
Note:Cue diretti

Yellow highlight | Location: 891
Using success cues, you might evaluate a writer on the number of copies that his book sells, and a hunter by the frequency with which he brings home big game.
Note:Cue indiretti. Popolarit e successo

Yellow highlight | Location: 893
how many monkey teeth a hunter has on his necklace or at the number of pig mandibles hung outside of his house.
Yellow highlight | Location: 910
many participants were merely copying (“mimicking”) the investment allocations made by the top performers in the previous round.
Note:L esperimento con gli studenti

Yellow highlight | Location: 912
Left only to their own individual experience, the MBAs ended up very far away from the optimal allocation
Note:Da soli si combina poco

Yellow highlight | Location: 914
the whole group made more money,
Note:Liberi di imitare

Yellow highlight | Location: 920
The central finding of this experiment, that people are inclined to copy more successful others, has been repeatedly observed in an immense variety of domains,
Yellow highlight | Location: 922
undergraduates rely on success-biased learning when real money is on the line
Yellow highlight | Location: 924
This tells us something about when individuals will rely on cultural learning over their own direct experience or intuitions.
Note:Un mba dovrebbe conoscere le regole d investimemto

Yellow highlight | Location: 931
farmers from around the globe adopt new technologies, practices, and crops from their more successful neighbors.
Yellow highlight | Location: 934
these learning mechanisms operate outside conscious awareness
Yellow highlight | Location: 943
It’s now clear that infants and young children use cues of competence and reliability, along with familiarity, to figure out from whom to learn.
Note:Bimbi

Yellow highlight | Location: 944
by age one,
Yellow highlight | Location: 946
what developmental psychologists call “social referencing.”
Yellow highlight | Location: 947
they will often look at their mom,
Note | Location: 947
Quando studiano un nuovo oggetto

Yellow highlight | Location: 955
the babies engaged in social referencing, looking at one of the adults, four times more often, and more quickly, when an ambiguous toy was placed in front of them.
Yellow highlight | Location: 956
under uncertainty, they used cultural learning.
Yellow highlight | Location: 957
when faced with an ambiguous toy, babies altered their behavior based on the adults’ emotional reactions:
Yellow highlight | Location: 959
infants tended to reference the stranger more than their moms, probably because mom herself was new to this environment and was thus judged less competent by her baby.
Yellow highlight | Location: 962
After observing an adult model acting confused by shoes, placing them on his hands, German infants tended not to copy his unusual way
Yellow highlight | Location: 970
Prestige
Note:Tttttttttttt

Yellow highlight | Location: 970
By observing whom others watch, listen to, defer to, hang-around, and imitate, learners can more effectively figure out from whom to learn.
Note:Osservsre gli osservatori

Yellow highlight | Location: 972
take advantage of the fact that other people also are seeking, and have obtained, insights
Yellow highlight | Location: 978
deference in conversation, and vocal mimicry,
Note:Attenzione a certi segnali

Yellow highlight | Location: 983
This effect occurs even when the prestige of a person comes from a domain, like golf, that is far removed from the issue
Yellow highlight | Location: 1,000
it is possible to become famous for being famous in the modern world.
Note:In sé

Yellow highlight | Location: 1,001
Self-Similarity: Sex and Ethnicity
Note:Ttttttt

Yellow highlight | Location: 1,002
people also use cues of self-similarity, like sex and ethnicity,
Note:Lui come me

Yellow highlight | Location: 1,005
division of labor between males and females is hundreds of thousands of years old in our species’ lineage.
Yellow highlight | Location: 1,006
we should expect males to preferentially hang around, attend to, and learn from other males
Yellow highlight | Location: 1,010
ethnic-group markers, such as language, dialect, beliefs, and food preferences.
Yellow highlight | Location: 1,015
children learn their sex roles because they copy same-sex models, not vice versa.
Yellow highlight | Location: 1,016
musical tastes, aggression, postures, and object preferences.
Note:Domini interessati

Yellow highlight | Location: 1,018
copycat suicide.
Note:Emulazione

Yellow highlight | Location: 1,030
Young children preferentially acquire both food preferences and the functions of novel objects from those who share their language or dialect.
Yellow highlight | Location: 1,034
children and adults prefer to learn from those who already share some of their beliefs.
Yellow highlight | Location: 1,039
identifying this learning bias as a causal influence is tricky in the real world because teachers have biases too, which may lead them to preferentially assist or reward those who share their sex or ethnic markers.
Yellow highlight | Location: 1,044
for African-American students at a community college, being taught by an African-American instructor reduced class dropout rates by 6 percentage points
Yellow highlight | Location: 1,052
Older Individuals Often Do Know More
Note:Tttttttttt

Yellow highlight | Location: 1,053
Both as an indirect measure of competence or experience, and as a measure of self-similarity, age cues may be important
Yellow highlight | Location: 1,057
young learners will be too inexperienced or ill-equipped to take advantage of the nuances and fine points that distinguish the top hunters. Instead, by focusing on older children, young learners can isolate models
Note:Il delta graduale dell etá

Yellow highlight | Location: 1,059
This creates a smoother and more continuous process
Yellow highlight | Location: 1,061
This is why, for example, younger children are often so desperate to hang around their “big cousins”
Note:Mio cuggino

Yellow highlight | Location: 1,080
Why Care What Others Think? Conformist Transmission
Note:Tttttttt

Yellow highlight | Location: 1,081
Suppose you are in a foreign city, hungry, and trying to pick one of ten possible restaurants on a busy street.
Yellow highlight | Location: 1,084
you are using conformist transmission
Yellow highlight | Location: 1,084
strongly inclined to copy
Yellow highlight | Location: 1,086
learners ought to use what’s called conformist transmission to tackle a variety of learning problems.
Yellow highlight | Location: 1,092
A conformist learner can exploit this situation and jump directly to the blood knot without experience.
Note:Qual é il nodo migliore x pescares?

Yellow highlight | Location: 1,093
wisdom of crowds is built into our psychology.
Yellow highlight | Location: 1,099
Culturally Transmitted Suicide
Note | Location: 1,099
Tttttttttttttttt

Yellow highlight | Location: 1,100
when celebrities commit suicide there is a spike in suicide rates
Yellow highlight | Location: 1,102
cultural transmission of suicide is also influenced by self-similarity cues.
Yellow highlight | Location: 1,104
they copy not only the act of suicide itself but also the specific methods used,
Yellow highlight | Location: 1,105
copycat suicides are not tragedies that would have occurred anyway.
Yellow highlight | Location: 1,107
These are extra suicides that otherwise would not have occurred.
Yellow highlight | Location: 1,108
suicide epidemics.
Yellow highlight | Location: 1,110
typical victim was a young male between 15 and 24 (modal age of 18) who still lived with his parents.
Note:Epidemia di suicidi in micronesia

Yellow highlight | Location: 1,111
After a disagreement with his parents or girlfriend,
Yellow highlight | Location: 1,115
these epidemics could be traced to a particular spark, such as the suicide of a 29-year-old prominent son of a wealthy family.
Yellow highlight | Location: 1,116
epidemics were restricted to only two ethnic groups within Micronesia, the Trukese and Marshallese.
Yellow highlight | Location: 1,130
What’s Mentalizing For?
Note:Ttttttttt

Yellow highlight | Location: 1,132
Central to our cultural learning is our ability to make inferences about the goals, preferences, motivations, intentions, beliefs, and strategies in the minds of others.
Yellow highlight | Location: 1,139
these mentalizing abilities begin to develop early
Yellow highlight | Location: 1,146
many evolutionary researchers argue that these cognitive abilities evolved genetically in our lineage so we can better trick, manipulate, and deceive other members
Note:Una seconda funzione dell empatia

Yellow highlight | Location: 1,148
the Machiavellian intelligence hypothesis.
Yellow highlight | Location: 1,148
if Robin can infer Mike’s goals, motivations, or beliefs, then Robin can exploit or manipulate Mike.
Yellow highlight | Location: 1,153
the cultural intelligence hypothesis.
Note:Ipotesi contraposta

Yellow highlight | Location: 1,156
The results are stark: children strongly favor cultural learning over Machiavellian exploitation,
Yellow highlight | Location: 1,158
Of course, this doesn’t mean that mentalizing isn’t also deployed for social strategizing, as it clearly is in chimpanzees.
Yellow highlight | Location: 1,162
Learning to Learn and to Teach
Yellow highlight | Location: 1,165
both our degree of reliance on cultural learning over our own experience or innate intuitions,
Note:Calibrare due forze

Yellow highlight | Location: 1,167
we need to be able to calibrate
Yellow highlight | Location: 1,169
direct experience and the observation of others
Yellow highlight | Location: 1,178
apes reared by humans, sometimes in human families, seem to be better at imitation compared to other apes.
Note:Inciso

Yellow highlight | Location: 1,179
they still pale in comparison to human children
Big brain?

BOSCAIOLO

l'ha trovato lui nel bosco
kimono blu
a 500 m dalla strada
una sola ferita
c'era una corda e un pettine erba e foglie pestate

BONZO

l'ho incontrato ieri a mezzogiorno
era con una donna a cavallo storno
aveva una spada e un arco da 20 frecce

SCERIFFO

ho arrestato un bandito tadjamal
era caduto da cavallo e piangeva
ha un kimono spada e arco
tadjamal ha un debole per le donne

ANZIANA

è l'uomo sposo di mia figlia era un samurai
era gentile e non litigava con nessuno
mia figlia è forte e senza relazioni con nessun uomo.

CONFESSIONE DI TADJUMARA

ho ucciso l'uomo ma non la donna. lei non so dove sia
li ho incontrati ieri la donna era bellissima e ho deciso di prendermela.
ho ucciso l'uomo ingannandolo e trascinandolo nel bosco. ma la donna non è caduta nella trappola
ho attirato la donna che è entrata nel bosco ma ha reagito in modo audace ma l'ho disarmata. alla fine me la sono presa.
la donna chiede che almeno uno dei due uomini morisse. alla fine ho ucciso lui in duello. mi ero innamorato.
la donna era sparita.

CONFESSIONE DELLA DONNA

il bandito ha riso guardando mio marito. 
mio marito mi disprezzava.
volevo morire ma volevo che morisse anche lui.
ho ucciso mio marito con il pugnale. lui stesso me lo chiedeva.

SPIRITO

il bandito mi ha confortato dopo il fattaccio.
il bandito fa la proposto di matrimonio alla moglie.
lei sembrava incantata. lei disse sì. la odiavo. lei chiedeva di uccidermi.
il bandito stesso tentennava spaventato dalla donna.
il bandito mi chiese se doveva ucciderla ma lei è scappata.
il bandito mi ha liberato e io mi sono ucciso.




giovedì 21 maggio 2020

SERIE filosofia in una sillaba

Philosophy in one syllable words: David Chalmers, *The Conscious Mind*.
Is the mind just meat and mass, or not? We can think of meat that acts like it has a mind but in fact does not. We can think of minds that have no meat or mass. If mind were just were meat or mass we could not think of that! We could make a brain half of meat and half chips, and flick the chips off and on. But it seems dumb to think that would flick the mind off and on. So, mind is not meat or mass.

Philosophy in one syllable words: Hobbes, *Leviathan" book I:

If there were no state you would be scared of me and I would be scared of you. You would want to hit me and I would want to hit you. This sucks. You and I would want to make a king who could stop the mean things. He would not hit or scare us too much if he wants to be rich and cool. But if he does try to kill you, you can fight back!


Philosophy in one syllable words, Robert Nozick, *Anarchy, State, and Utopia*.

Some guy says we could not have a state since we have rights. But even if we have those rights, a state could show up and not hurt those rights. Some guys say that we should have a state that does lots of big things. But all the grounds they give for such big states are bad grounds. A small state is the best kind of place for all to live since we should all be free to live the way we like. You can make a place with a big state so long as your friends are free to come and go.


Philosophy in one-syllable words: Mill (AKA "Mills" to undergraduates), *On Liberty*:

If we try to force you not to say what's false or force you to say what is true, it won't work. For us to know what's true we need to let folks say dumb things. Plus, we can't trust those who want to hurt those who say dumb or false things. We should let you do things that are dumb or might hurt you, so long as those things at most just hurt you. If the state tries to stop you or me when we try to do dumb things, it won't work! The state that does that will make it so that we are more and more dumb as time goes by. Stop it, state! If folks try to stop you, they will mess up, too. Live and let live.


Philosophy in one-syllable words: Dennett, *Consciousness Explained*:

A thing that lives and acts needs to be smart. It would need to know what the world is like. It would need to know what it knows. I would need to talk to things and say stuff like, "I have a mind". That is all there is to minds: to know what you know and to say that out loud.

Philosophy in one-syllable words: Conly, *Against Autonomy*:

Mill said we should let guys do dumb things since they will learn to be smart. But we now know when guys do some dumb things they don't learn. They stay dumb. Sure, the state can be dumb when it tries to stop dumb folks from dumb things. But there are times when the state stops dumb folks from dumb things and it works. Come on, Mill!


Philosophy in one-syllable words: Ross, *The Right and the Good*.

There are things that are right and things that are good. Some folks say what makes things good is all one thing. Some folks say what makes things right is all one thing. Nope. When we try to say what makes things good or right is all one thing, we get things wrong and it leads to dumb stuff. What makes things good or right is lots of things, not one thing. We know what is good or right through the way things seem when we have to make a choice. We can get it wrong, sure, but that is all there is to what makes things good or right and how we know what makes things right or good. That is all there is to it.


Philosophy in one-syllable sentences: Huemer, *The Problem of Political Authority*:

You folks say we should have a state. The state can force us to do stuff and we have to do what it says. Why? For each grounds for the state--call those G--you give, I can think of folks who have G, but you would say they can't force us to do stuff and we would not have to do what they say. So your grounds G don't work. Oops! Looks like all your grounds for the state are bad grounds. I can use stuff from the folks who learn how minds work to show why you like the state so much. If we did not have a state, things would be fine. You don't need a state to do the few good things states do.


Philosophy in one-syllable words: Gaus, *Justificatory Liberalism*.

Talk about right and wrong is kind of mean. Folks should get to do what they want if there are not some good grounds to stop them. But good grounds to stop folks have to be grounds that the folks see as good grounds. Uh oh: We can't show that each guy would see those grounds as good. So, what we need to do is find a fair and good judge to pick out the best rules when we do not all see the rules the same way.


Philosophy in one-syllable words: Rawls, *A Theory of Justice*:

What makes things just? Best way to know is to ask what rules smart folks who don't know who they are would pick if they had to live with those rules. Oh, wow, turns out they would pick the same stuff I like.

Philosophy in one-syllable words: Cohen, *Why Not Socialism?*:

Some folks say we can't share all the stuff and all have the same stuff because folks are mean and dumb. But that does not show that we can't share all the stuff. It just shows we are are all mean and bad. If we were good, we would share all the stuff. Still, we would not have the state tell all the folks how to make stuff, since the state is too dumb to do that. So we should still buy and and sell stuff, but then share it all so that everyone has the same stuff.

One-syllable philosophy: Sartre, *Being and Nothingness*

You have to choose. But you have no grounds to choose this thing or that thing. God is dead but it would not change things if God were not dead. When you learn you have no good grounds to choose this or that, you will feel sick and sad. Too bad. You still have to choose. What you choose is your fault though you had to no real grounds to choose this or that. You might choose to die, but that just means you have bad faith.

One-syllable word philosophy: Kant, *Groundwork for the Metaphysics of Morals*:

What makes things right is not just that they help you get what you want. Let me show you: If Bob says, "Hey, I want to kill folks," we don't say, "Oh, well, then it's fine to kill folks."
Nope. Right and wrong holds for all folks. How can that be?
Best way to make sense of that is that right and wrong bind you not since you feel this way or that, but just bind you, and that's it. Plus, if right and wrong were just about how you feel, then it would mean you are not free, but a slave to the way you feel and want. But the kinds of things that are bound to do what's right and wrong are free, not slaves to what they feel.
There is the part of the self that can choose to do right and wrong. All the time, we must treat that part as an end and not just as a means.
So, to make sense of that, we need to say that there are some things that are good for their own sake, all the time. The one thing that is good for its own sake all the time is the choice to do what is right.


Jason Brennan My contribution to one syllable philosophy.
P. F. Strawson, "Freedom and Resentment"
Some think, if stuff makes you choose, we are not free. Some think, if stuff makes you choose, we are free. Both see us like stuff, but we are not. When we feel what other folks do as good or bad, they are good or bad. When we don't, they are more like stuff. If you don't see that, you are too smart for your own good.


Inspired by Jason Brennan, here is Popper vs Kuhn on scientific progress using only one-syllable words:
Karl thinks that we test our thoughts and try to prove them wrong. In this way, we can brush them up all the time. Kuhn thinks that we shield our most liked thoughts from flak as much as we can, but in the end we are forced to scrap these thoughts and start once more from scratch. Karl feels bad for Kuhn.


My contribution to Jason Brennan's monosyllabic philosophy.
Russell Kirk's, Concise Guide to Conservativism:
We can think of men as a large group or a class, but in the end it is each man who has the right to be free in what he thinks and does. If he wants to pool his stuff with other men, so be it. In fact, it is at base a part of man's soul to work, play, or to be still, but all in all we are each like a slice of bread in a loaf. Keep kin and friends close, but love your foes, too. The State does not know what is best for you or your loved ones. Marx thought so, but he was wrong. He tried to fix what was not broke. Don't do that. You can make the best of things if you learn from the past. If you don't, try to find others who can. Some men pool their stuff and scheme with others still to take more stuff, and then we all pay a tax to a big, dumb State that grows real, real big. It gets so big that it takes on the role of a god. This is not good. A just State does not do much more than man can do on his own or with the help of kin, friends, and those who vote at his town hall. It takes time, slow growth, and love for all of us to make a good, just world. Oh, and we need a State, or the world might go to hell.


My contribution to Jason Brennan's monosyllabic philosophy.
Russell Kirk's, Concise Guide to Conservativism:
We can think of men as a large group or a class, but in the end it is each man who has the right to be free in what he thinks and does. If he wants to pool his stuff with other men, so be it. In fact, it is at base a part of man's soul to work, play, or to be still, but all in all we are each like a slice of bread in a loaf. Keep kin and friends close, but love your foes, too. The State does not know what is best for you or your loved ones. Marx thought so, but he was wrong. He tried to fix what was not broke. Don't do that. You can make the best of things if you learn from the past. If you don't, try to find others who can. Some men pool their stuff and scheme with others still to take more stuff, and then we all pay a tax to a big, dumb State that grows real, real big. It gets so big that it takes on the role of a god. This is not good. A just State does not do much more than man can do on his own or with the help of kin, friends, and those who vote at his town hall. It takes time, slow growth, and love for all of us to make a good, just world. Oh, and we need a State, or the world might go to hell.


One-syllable philosophy: Anselm, *Proslogium*:
What it means to be God is to be the best. That's just what the word "God" means, right? But if God were not real, then of course the word "God" would point to a thing that is not real. But then this word would also point to a thing that is not the best. If there are two things, one real and one not, the thing that is not real is less good than the thing that is real. To be the best, a thing would have to be real. So, in short, since the word "God" means the thing that is best, and since to be the best a thing must be real, then God is real.


One-syllable philosophy: Plato, *Republic*:
G: "Why be good? Would it not be best to be bad but seen as good? Would it not be worse to be good but seen as bad?"
S: "Hmmm. I'll give it a shot Well, you see, if you are bad, then your mind is messed up. Think of a case where a beast rules a man. That's what a bad guy's mind is like. Think of a place where all the folks live in peace and live well. That's what a good guy's mind is like. So, it would be best to be good. It would be not be so good to be seen as good but in fact be bad.
"To be fair, though, what I just said does not work. Oh well. I gave it a shot. Hard to know why we should be good."


One-syllable philosophy: Hume, *Of the Original Contract*:
Some folks ask why we have a king. They then say, "Oh, well, it sucked not to have a king, so we all said we should have one." And then, they say, we picked one. Nope. Show me the pics! Why we have kings is that in the past some big, tough guys with swords showed up and said, "Do what we say or we will cut you." And now the big guys' kids are still in charge. They still say, "Do what we say or we will cut you."
Some folks say that when we live with a king, we live there by free choice, since we could leave. Yeah, right. Think of a case where you are put on a boat. The big guy in charge of the boat says, "If you don't like my rules, you can leave." He points to the sea. You stay since you don't want to drown. That is the "free choice" we make when we live with a king.


One-syllable economics: Smith. *The Wealth of Nations*
The French are poor. The Dutch are kind of rich. Weird. The French have more stuff in the ground but the Dutch have no stuff in the ground. Folks from Spain are poor but they rule half the world. Weird.
So, it must be that what makes this place rich and that place poor is not the stuff in the ground or if you rule half the world. It must be that if you have good rules that help folks save and trade, you get rich. If you have bad rules, you stay poor.
By the way, it looks like when you rule half the world, the poor folks get screwed but the king/queen gets more gold. It costs more to rule the world than to trade with it. It costs more to steal from folks than to trade with them. But the poor folks pay for it all while the king/queen laughs and plays with their gold.


One-syllable philosophy: Heidegger, *Being and Time*
What does it mean to be be? Well, there is just one kind of thing that could care about what it means to be. You and I are that kind of thing. What it means to be the kind of thing that could care about it means to be is to be that kind of thing through time and to choose this or that, and to choose to see the world as this or that.
Me? I choose to love those mean guys in brown shirts who kill Jews!


One-syllable philosophy: Singer, *All Animals Are Equal*.
You all say it's fine to eat pigs. It's fine to hurt mice and apes to learn how the world works. But you say it's not right to eat folks, or to hurt folks to learn how the world works. Why?
It can't just be, "Oh, you can't eat folks" There must be a thing--call it F--that folks have which pigs, mice and apes lack, that shows you can't eat folks but can eat pigs or hurt mice and apes.
Well, bad news. Each time you give me some F, I can show you folks who lack F, or have less F, than this pig or that mouse. So it looks like none of the Fs you gave me do the trick. You have no good grounds to say you can eat pigs but not some folks. Oops.
So, we should say that we can't eat pigs or folks. We can't hurt mice or men to learn how the world works.


One-syllable economics: Hayek, "The Use of Knowledge in Society"
The folks who make stuff need to know what all the folks want and need. They need to know all the ways to make all the stuff. They need to know how to pick which way to make stuff. They need some way to learn all that.
But that can't be known by just one dude or just a few dudes. The stuff we need to know is spread out and will stay that way. Worse, that stuff is in flux all the time. Crap!
Good news, though! Since the price of this and that comes from what all the folks want and know, it turns out that when we act on the price of milk, the price of gold, and the price of all the things out there, we act *as if* we know what all the folks know, though in fact we do not know it. Cool! Stuff gets made and folks get most of what they want and need.


One-syllable sociology: Zelizer, *Pricing the Priceless Child*
In the past, folks said that kids are just a cost. No good use for them. (You may have heard they said kids are good for farms, but no, not true.) Then when folks got rich, they said, "Oh, wow, kids are so good that no price can match just how good they are!" Well, the odd thing is that this view--that kids don't have a real price--came out when kids would get hurt or died. Folks would sue the folks who hurt or killed the kids. Courts did not know how to put a price on the lives of those kids. But it was just when they tried to put a price on those kids' lives that they said, "Wow, kids are so good that no price fits how good they are." And then they put a high price on their lives.


One-syllable political theory: Sandel, *What Money Can't Buy*
When we buy stuff, we say stuff. When we put a price on stuff, we say stuff. What we say when we buy stuff or put a price on stuff is not so nice. We say, "This thing is good the way gum or pop is good, but not good for its own sake." That is fine when we buy gum and pop. It is not good when we buy the chance to stand in line, or to skip a line, or to save a life. If we buy some flesh right off your own bones, we say, "Hey, your flesh is the same kind of thing that gum and pop are. What makes your flesh good is just what makes cash good. If I can buy you flesh for cash, then your flesh and the cash are good the same way." But your flesh is good for its own sake. The way it is good is not the way gum, pop, or cash are good.
We should not let folks buy stuff when that would mean we say such mean things. If that means that lots of sick kids have to die, oh well. So be it.

emi. Pensa al diritto di saltare le code: gli altri diventano birilli di plastica che puoi superare. Se compro un etto della tua carne, il tuo corpo si trasforma in un pezzo di plastica, e questo non va bene perché il tuo corpo viene equiparato ai tuoi soldi quando invece ha valore di per sé. Questo genere di equiparazioni, quindi, andrebbe evitato poiché veicola un messaggio deleterio, se poi significa che molti bambini malati moriranno, pazienza.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

loro valore". Questo concetto risuonava nei tribunali, che non sapevano come stabilire un prezzo per la vita di un bambino. Alla fine si diceva: "i bambini non hanno prezzo", e si procedeva attribuendo loro un prezzo elevato. Morale: quando i bambini erano visti come un costo, i tribunali evitavano di attribuire loro un valore monetario, quando si riteneva che "i bambini non avessero prezzo", si attribuiva loro un valore monetario elevato. Questo spiega il nostro rapporto ambiguo con il denaro,
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

rdinate e una moltitudine di calcolatori coordinati, questo perché una simile conoscenza è sparsa in ogni angolo della terra. Peggio ancora, cambia continuamente ad ogni secondo che passa. Buone notizie: un meccanismo che coordina tutte le teste e tutte le macchine esiste, è il mercato: quando agiamo sul prezzo del latte, sul prezzo dell'oro e sul prezzo di qualunque cosa la fuori, agiamo * come se * sapessimo quello che tutti gli altri sanno, anche se in realtà non lo sappiamo affatto. Figo! E' per questo che esattamente ora un boscaiolo canadese sta tagliando un albero nel bel mezzo della foresta per fabbricare la matita di cui hai bisogno, proprio quella a punta fine che piace a te. Non solo, lo sta facendo ora in modo tale che la matita sia a tua disposizione sulla tua scrivania tra un mese e dieci giorni, ovvero nel momento esatto in cui ne avrai bisogno, non prima e non dopo. Non solo, tutto questo sta succedendo senza che tu e il boscaiolo abbiate la minima cognizione di questo miracolo di precisione e puntualità. In altri termini: il mercato è il calcolatore più potente del mondo.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basti questa pillola: dici sempre che mangiare maiali è ok, e che va bene ferire topi e scimmie per capire meglio come funziona il mondo. Nello stesso tempo ritieni che non è giusto fare altrettanto con la gente. Perché? Devi giustificarti. Deve esistere una cosa, chiamala pure anima, che distingue la gente dagli altri animali. Scommetto che se mi definisci cosa sia l'anima saprò mostrarti che molta gente ne ha ben poca, oppure che molti animali ne hanno almeno un po'. La mia conclusione è che non puoi giustificarti, quindi stop con la carne e con gli esperimenti su animali.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basti questa pillola: cosa significa "essere"? Bene, c'è solo un tipo di "essere" a cui potrebbe interessare questa domanda: io e te apparteniamo alla categoria. Questi "interessati" alla domanda hanno la caratteristica di vivere nel tempo, ovvero nel luogo delle scelte, un luogo dove si sceglie di vedere il mondo in un certo modo piuttosto che in un altro. L'autore del libro, per esempio, ha scelto di simpatizzare con le camicie brune che uccidevano gli ebrei.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basti questa pillola: i francesi sono poveri, gli olandesi sono abbastanza ricchi. Strano. I francesi hanno più risorse naturali, gli olandesi non hanno praticamente nulla. Gli spagnoli sono poveri ma governano metà del mondo. Molto strano. Mi sembra evidente che non ci si arricchisce solo perché si possiedono delle risorse naturali o se si domina il mondo, la ricchezza ha tutt'altra origine. Conta di più avere buone regole che aiutino le persone a risparmiare e commerciare. Costa di più dominare il mondo che commerciare con il mondo, costa di più rubare alla gente che commerciare con loro. Il dominio e la violenza fanno in modo che i tiranni giochino con il poco oro che i poveri vessati riescono a fornire loro.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basti questa pillola: taluni si chiedono perché abbiamo un re. Poi dicono: "oh, sarebbe ben strano non averlo, così è del tutto naturale e doveroso averne uno". Dopodiché, ne scelgono uno. Non è un discorso convincente. La verità è che in passato dei bulli particolarmente prepotenti e muscolosi ci hanno detto: "adesso si fa come diciamo o noi o vi taglieremo in due", e ora i loro eredi ancora ci comandano e dicono "o fate come diciamo noi o vi mandiamo i Carabinieri". Alcuni sostengono che la nostra sottomissione è in realtà una libera scelta. Si, come no. Pensa di essere rapito e messo su una barca in mezzo al mare. Il tuo rapitore ti dice: "se non ti piacciono le mie regole, puoi andartene", e così dicendo indica il mare. E' chiaro che rimani lì perché non vuoi annegare. Ma questa non è certo libera scelta!
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola:
G: "Perché essere buoni? Non sarebbe meglio essere cattivi ma visti come buoni? E il peggio non sarebbe forse essere buoni ma visti come cattivi?
S: Se fossi cattivo la tua mente sarebbe annebbiata, ed è come essere governati dalla bestia che è in noi, la mente di un cattivo è una mente bestiale. Solo in un posto dove tutte le persone vivono in pace la nostra mente puo' distendersi e vedere le cose chiaramente. Per questo sarebbe buona cosa essere buoni ed essere visti come tali. Ad essere sinceri, però, questo piano non funziona, io stesso ho provato ad attuarlo fallendo, quindi ancora non mi è del tutto chiaro il perché dovremmo essere buoni.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: Dio è l'essere perfetto, questo è l'esatto significato della parola "Dio", giusto? Ma se Dio non fosse reale, ovviamente la parola "Dio" indicherebbe una cosa che non è reale. Qualcosa che non esiste non è perfetta poiché manca dell'attributo dell'esistenza. Se ci sono due cose simili, una reale e una no, la cosa che non è reale non ha la perfezione della prima. Per essere perfetti è necessario esistere. Quindi, in breve, poiché la parola "Dio" indica l'essere perfetto, Dio esiste necessariamente.
#Amazon

AMAZON.IT
Proslogion

Commenti
Scrivi un commento...

, appartengono pur sempre alla tua stessa tua "pagnotta". Lo Stato non sa cosa sia meglio per te o per i tuoi cari. Marx lo pensava, ma si sbagliava. Ha cercato di riparare ciò che non era rotto e ha combinato un grosso guaio. Puoi trarre il meglio dalle cose se impari dal passato, e se non riesci a farlo da solo ascolta i più saggi, quelli riesci sempre ad individuarli. Oggi lo Stato ha preso il posto di Dio ed è nostro dovere reagire. Uno Stato giusto non fa molto più di quanto l'uomo possa fare da solo o con l'aiuto di parenti e amici, non prendere dei rischi per guadagnare tanto poco. Ma non bisogna avere fretta, ci vuole tempo e maturazione per costruire un mondo giusto, le scorciatoie e i decreti dall'alto sono banditi.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: alcuni, di fronte alle tue decisioni, ti ritengono responsabile, altri no. Nel primo caso tu sei una persona libera, nel secondo solo un oggetto. La libertà non è qualcosa che ci appartiene, l'indagine metafisica su questo punto è insensata, la libertà è qualcosa che ci viene attribuita dalla reazione degli altri quando agiamo.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: se Karl Popper pensava alla scienza come a quel luogo in cui mettiamo alla prova le nostre idee al fine di aggiornarle continuamente qualora fallissero, Kuhn ci ha fatto vedere che la scienza non differisce dagli altri ambiti in cui proteggiamo il più possibile le nostre idee più care da qualsiasi prova che possa revocarle in dubbio, e quando le abbandoniamo è solo di fronte ad un disastro che ci sorprende e che mai cerchiamo. Popper odiava Kuhn.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

perché hai certi bisogni, ti vincolano sempre. Inoltre, se ciò che è giusto e ciò che è sbagliato dipendessero solo da quello che provi, ciò significherebbe che non sei libero, ma schiavo delle tue passioni. Solo un senso del dovere scevro da condizionamenti ci libera; se le cose stanno in questi termini, c'è allora in noi una parte del sé che puo' scegliere in modo autentico il bene e il male, quella parte deve sempre essere considerata un fine e non un mezzo. La capacità morale dell'uomo è quindi un bene in sé.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: vivere significa scegliere. Ma non ci sono buoni motivi per scegliere questo o quello, e cio' a prescindere dal fatto che Dio sia morto o meno. Quando ti rendi conto di essere in questa condizione l'angoscia e la tristezza ti assalirà, ma il dilemma della scelta sarà di nuovo di fronte a te. Alla fine ti deciderai ma il senso di colpa non ti abbandonerà, poiché le motivazioni autentiche continueranno a latitare. Certo, potresti scegliere il suicidio, ma saresti comunque in malafede.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: alcune persone non credono che si possano condividere i beni della terra per il semplice fatto che non siamo tutti uguali. Ma questa non è una buona ragione, infatti, se fossimo tutti buoni (società dei santi), lo faremmo. E allora questo argomento dimostra solo che siamo cattivi, i buoni, infatti, condividono tutto cio' che hanno a prescindere dalle loro caratteristiche personali. La società dei buoni è una società socialista. Per giungere al socialismo non dobbiamo affidarci allo stato, che, essendo al suo fondo cativo, distribuirebbe in modo diseguale le risorse, bensì alla nostra bontà, che è pronta ad appianare tutte le diseguaglianze.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: cosa rende una regola giusta? Il modo migliore per saperlo è chiedere quali regole sceglierebbero le persone intelligenti che ancora non sanno che ruolo rivestirebbero nella società che stanno immaginando. Aspetta, wow, sembra proprio che scegano le regole che piacciono anche a me!
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: parlare in termini di "giusto" e "sbagliato" non aiuta. La gente dovrebbe poter agire come crede se non ci sono buoni motivi per fermarla. Ma i buoni motivi per fermare la gente devono essere motivi che la gente stessa vede come tali. Tuttavia, non possiamo pretendere che tutti siano d'accordo, quindi non resta che trovare un giudice giusto che applichi la regola migliore in caso di dissenso.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: nel corso della storia un sacco di filosofi hanno sostenuto che uno stato fosse necessario, che noi eravamo quindi tenuti a sottometterci ai suoi comandi. Ma perché? Per ogni giustificazione che questi filosofi hanno fornito ai poteri dello stato - contratto, utilità, democrazia, eccetera - posso pensare a soggetti con pari requisiti ma che noi non riteniamo assolutamente in diritto di sottometterci, ergo quelle giustificazioni non funzionano. Solo la psicologia, non la ragione, spiega l'esistenza dello stato. Non hai bisogno dello stato per fare le pochissime cose buone che lo stato fa. Poiché l'uso dello strumento statuale costituisce un'eccezione alle soluzioni razionali, dire che va usato con moderazione è un eufemismo.
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: ci sono cose buone e giuste. Certe persone ritengono che ci sia anche qualcosa che le rende tali. No. Quando proviamo a isolare questo fondamento comune a tutto il bene falliamo e finiamo per dire stupidaggini. In realtà sono molte le cose che stanno alla base della giustizia e della bontà, non riusciremmo mai ad esplicitarle, anche se la loro presenza ci è chiara quando siamo chiamati a fare le nostre scelte. Magari non scegliamo sempre per il meglio ma il luogo della scelta e il luogo della coscienza del bene è lo stesso. Questa evidenza del bene allorché siamo chiamati a scegliere è l'unica cosa che conta e l'unica cosa che esiste in tema di morale.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: Mill, nel suo classico, sostiene che dovremmo consentire agli sciocchi di fare e dire sciocchezze, solo in questo modo domani saranno un po' meno sciocchi. Tuttavia, ora sappiamo che molto spesso gli sciocchi non imparano affatto e rimangono tali. E allora le conclusioni di Mill vanno rettificate: certo, lo stato paternalista può apparire arrogante quando cerca di impedire a persone stupide di fare cose stupide, ma ci sono momenti in cui fermarli funziona, eccome se funziona. Eddai Mill, ammettilo!
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: qualsiasi cosa che viva o agisca è necessariamente più o meno intelligente, ha più o meno coscienza del mondo e ha più o meno coscienza di cosa sa. Anche noi siamo cose che dicono di avere una mente e sanno quel che dicono. Questo è tutto cio' che c'è da sapere in merito all'affare della coscienza.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: per cercare la verità è inutile dare la caccia alle fake news e obbligare la gente a dire le cose come stanno. La verità si ricerca al meglio dando libero corso alle stupidaggini. Non possiamo fidarci degli auto-nominatisi cacciatori di fake news. Lasciamo che la gente segua le sue credenze folli e si faccia del male, è così che si impara, fermarle non funziona. Lo stato che ci prova diventerà sempre più stupido nel tempo. Chi tenta di arginare le sciocchezze tappando le bocche ottiene solo una stupidità più diffusa e arrabbiata. Vivi e lascia vivere.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: c'è chi dice che i nostri diritti fondamentali sono incompatibili con la presenza di uno stato. Ma anche se avessimo quei diritti, uno stato potrebbe comunque non violarli. Altri affermano che lo stato potrebbe fare tante cose buone, ma, mi rendo conto, quasi tutte le cose che elencano violano i diritti fondamentali dell'individuo. Forse sono proprio questi secondi che inducono in errore i primi. Alla fine, un piccolo stato è la soluzione migliore poiché fa cose che gli individui non possono ottenere singolarmente e non viola i diritti fondamentali. Un stato con funzioni aggiuntive è concepibile ma solo se la gente puo' declinare la sua adesione quando lo desidera.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...

Inutile leggerlo, basta questa pillola: se non ci fosse uno stato, tu avresti paura di me e io avrei paura di te. Tu vorresti colpirmi e io vorrei colpirti. Una vita di m. Entrambi, alla fine, cercheremmo un re che metta ordine e che faccia cessare questa miseria. Poiché costui vorrà mantenere i suoi privilegi non si accanirebbe troppo contro di noi. Ma, attento, se cerca di passare il segno, magari uccidendoti, puoi reagire.
#Amazon
Commenti
Scrivi un commento...